Mo Farah rinuncia alla sfida con Kenenisa Bekele del 1° marzo nella Vitality Big Half

0_27030

Mo Farah è stato costretto a rinunciare alla sua prima gara in vista delle Olimpiadi di Tokyo a causa di un infortunio.

Il londinese sperava di mettere in moto le sue ambizioni per il 2020 nella  Vitality Big Half  per le strade di Londra il mese prossimo, ma si è cancellato oggi,  mercoledì mattina per un fastidio al tendine  di Achille.

Il team di Farah ha insistito sul fatto che l’infortunio è lieve ma sufficiente per ritirarsi dal  testa a testa con l’ etiope Kenenisa Bekele il 1 ° marzo.

“Non vedevo davvero l’ora di correre di nuovo la Vitality Big Half”, ha dichiarato Farah. “Tutti sanno quanto amo correre a Londra, ma la mia priorità è essere in forma, in salute e competitivo per la stagione estiva e, per questo motivo, ho dovuto prendere la decisione difficile di non correre quest’anno. Spero sicuramente di tornare di nuovo nel 2021. ”

La manifestazione era destinata ad essere l’unica gara su strada pre-Tokyo di Farah, avendo dichiarato la sua intenzione di concentrarsi sulla pista e sui 10.000 metri in Giappone, dove cercherà di diventare  tre volte campione olimpico della distanza.

Invece, dovrà trascorrere gran parte del suo tempo in una base di allenamento in Etiopia con l’allenatore Gary Lough. Non è chiaro  quando e dove Farah gareggerà per la prima volta quest’anno.

 

Mo Farah rinuncia alla sfida con Kenenisa Bekele del 1° marzo nella Vitality Big Halfultima modifica: 2020-02-05T13:20:08+01:00da atleticanotizie
Reposta per primo quest’articolo