Salto in alto: Muore a 89 anni Buddy Davis, campione olimpico e stella NBA

Buddy Davis stays warm during the high jump competition at the 1952 Summer Olympics in Helsinki, Finland. (Courtesy of Museum of the Gulf Coast)
Buddy Davis stays warm during the high jump competition at the 1952 Summer Olympics in Helsinki, Finland. (Courtesy of Museum of the Gulf Coast)

 

Gli anni ’50 sono stati molto importanti per Buddy Davis, nativo dei Paesi Bassi. In una fredda e umida giornata finlandese – il 20 luglio 1952 – il 21enne  ha superato l’asticella a 2,04 metri, battendo il collega americano Ken Wiesner per vincere la medaglia d’oro. Quattro anni dopo, Davis si è dato al basket e con i Philadelphia Warriors ha vinto il secondo titolo NBA della franchigia e il primo in nove anni.

Davis, che ha trascorso cinque stagioni nella NBA e ha aggiunto un secondo campionato con i St. Louis Hawks nel 1958, è morto ieri, martedì 17 novembre a Port Arthur. Aveva 89 anni. E’ morto al Medical Center del sud-est del Texas circondato dalla famiglia.

“Era solo curioso di tutto”, ha detto Shaun di suo padre. “Leggeva sempre, quindi era una persona curiosa. Era interessato a tante cose. È rimasto così sveglio e attivo, fino al momento in cui se n’è andato “.

David ha sofferto di un attacco di poliomielite, che gli paralizzò temporaneamente sia le gambe che le braccia.

“Per quanto riguarda la poliomielite, avevo solo 8 anni, quindi non ero a conoscenza di cosa stesse succedendo”, ha detto Davis a The News in una serie del luglio 2016 che metteva in risalto gli olimpionici di Port Arthur e Mid-County. “Sapevo solo che mia madre era sconvolta e venivo trattato come un re. La parte della tortura è stata quella di dover indossare quei tutori sulla gamba [e] stare sempre a letto “.

Davis ha superato la polio imparando a rafforzare le gambe.  Finì come secondo classificato NCAA nel 1951  e poi vinse il campionato nazionale l’anno successivo. Il suo salto di qualificazione per le Olimpiadi è stato di 6-10½, più alto del suo tentativo di vittoria in Finlandia.

Buddy Davis è stato inserito nella Texas Sports Hall of Fame nel 1964. È stato premiato durante la cerimonia del ring dei Golden State Warriors all’inizio della stagione 2015-16 come campione del passato e nel gennaio 2016 è entrato nel Texas Track & Field Hall of Fame insieme a Carl Lewis, Sanya Richards-Ross e Jeremy Wariner.

Margaret Davis ha preceduto suo marito Buddy morendo nel 2018 dopo 68 anni di matrimonio. Insieme hanno cresciuto nove figli e hanno avuto “dozzine” di nipoti e pronipoti, ha concluso il figlio Shaun.

 

Salto in alto: Muore a 89 anni Buddy Davis, campione olimpico e stella NBAultima modifica: 2020-11-18T15:55:43+01:00da atleticanotizie
Reposta per primo quest’articolo