Noah Lyles dissipa ogni dubbio all’esordio nei 200 metri: 19,90

1620599582_970278_1620632464_noticia_normal_recorte1

 

Ieri ai Golden Games di Walnut (California) , dove si sono incontrate la maggior parte delle star dell’atletica leggera americana risultati di prim’ordine e star in forma. Tra questi spiccano due velocisti: Noah Lyles, nei 200 e Sha’Carri Richardson, nei 100 metri. Due atleti predestinati a cambiare la storia della velocità ai Giochi di Tokyo , che proprio ieri hanno vissuto l’inaugurazione  dello stadio olimpico.

Tornando a Walnut, Noah Lyles, con un guanto nero rappresentativo del movimento Black Lives Matter, aveva seminato dubbi nella sua prima gara. I 100 metri in cui si è fermato a un discreto 10.08 quasi un mese fa. Il suo inizio e l’avvio non sono ancora dei tempi  migliori, anche se ha fermato il cronometro a un buon 19,90 per iniziare l’anno. D’accordo, ma anche Kenny Bednarek, un’altra gemma americana , si è fatto notare. Noah, 23 anni, tuttavia, quando viene sfidato è inarrestabile e così sono usciti due grandi tempi,  19.90 e 19.98 di Bednarek.

 

Noah Lyles dissipa ogni dubbio all’esordio nei 200 metri: 19,90ultima modifica: 2021-05-10T15:49:41+02:00da atleticanotizie
Reposta per primo quest’articolo