Roberta Bruni frantuma il record italiano salendo a 4,70 nel salto con l’asta a Rieti

IMG_20210523_142501_4-655x437

 

Roberta Bruni a Rieti si esalta e per due volte migliora il record italiano di salto con l’asta saltando m. 4,70 dopo essere già salita a 4,62 pochi minuti prima, realizzando anche lo standard per le Olimpiadi di Tokyo. Per l’azzurra  un progresso di dieci centimetri sul limite nazionale che aveva pareggiato otto giorni fa, il 15 maggio a Firenze con 4,60. La 27enne dei Carabinieri, allenata da Riccardo Balloni, centra entrambe le misure da record al secondo tentativo e poi prova anche per tre volte, senza successo, la quota di 4,80. Nel prossimo weekend gareggerà in maglia azzurra agli Europei a squadre di Chorzow, in Polonia.

Dalla medaglia di bronzo ai Mondiali under 20 nel 2012 all’impresa del record italiano assoluto indoor a 4,60 nel 2013, quando non aveva ancora compiuto 19 anni. Poi un periodo difficile, ma è tornata alla ribalta due stagioni fa, con la vittoria alle Universiadi di Napoli e il personale all’aperto di 4,52 che le aveva dato il pass per i Mondiali di Doha, fino agli ultimi exploit.

 

Roberta Bruni frantuma il record italiano salendo a 4,70 nel salto con l’asta a Rietiultima modifica: 2021-05-23T15:52:17+02:00da atleticanotizie
Reposta per primo quest’articolo