Assoluti Molfetta: Ceccarelli e Dosso in finale nei 100 (tra poco) e Fofana e Carraro negli ostacoli

Immagine 2023-07-29 192818-compressed

Batterie e finali in meno di due ore per i 100 e per gli ostacoli (110hs e 100hs). Migliori tempi delle batterie per gli sprinter Samuele Ceccarelli (Atl. Firenze Marathon) con 10.31 (-1.0) e Zaynab Dosso (Fiamme Azzurre) con 11.38 (-1.2), e per gli ostacolisti Hassane Fofana (Fiamme Oro) con 13.72 (-0.2) ed Elena Carraro (Atl. Brescia 1950) con 13.13 (+0.2).

 La batteria dei 400hs, per la primatista italiana Ayomide Folorunso (Fiamme Oro), è una ‘sgambata’ conclusa in 55.93 senza particolare impiego di energie in vista della finale di domani. Gara che per le rivali potrebbe decidere le sorti delle convocazioni mondiali, in una specialità nella quale c’è abbondanza di pretendenti: avanti Linda Olivieri (Fiamme Oro, 57.42), Rebecca Sartori (Fiamme Oro, 57.76), Eleonora Marchiando (Fiamme Oro, 58.23). Al maschile, il miglior tempo del primo round è per Mario Lambrughi (Atl. Riccardi Milano 1946) che apre il weekend con il 50.59 della batteria e precede Lorenzo Cesena (Atl. Piacenza) migliorato a 51.11. Nell’altra ‘heat’ Michele Bertoldo (Atl. Vicentina, 51.77) e Giacomo Bertoncelli (Atl. Insieme Verona, 51.85) si cercano con lo sguardo, sorridono e rallentano vistosamente negli ultimi metri, dandosi appuntamento a domani.

 Possono giocarsela soprattutto in due, nei 400 metri. È forte la candidatura di Davide Re (Fiamme Gialle), accreditato del miglior crono dell’anno (45.39) e apparso in controllo nella propria batteria, dominata in 46.28. Quanto visto nel sabato di Molfetta suggerisce che potrebbe trattarsi di un testa a testa con il campione europeo U23 della 4×400 Lorenzo Benati (Fiamme Azzurre) avanti senza problemi in 46.33. La finale non sfugge a Edoardo Scotti (Carabinieri, 46.46) e Riccardo Meli (Atl. Riccardi Milano 1946, 46.64) che duellano nella prima batteria, non ci sarà invece Brayan Lopez (Fiamme Azzurre) squalificato per invasione di corsia. Tra le donne del giro di pista, il turno iniziale dice che non c’è nulla di già scritto per la finale di domani: le impressioni migliori le desta Alessandra Bonora (Bracco Atletica) che firma il tempo più rapido con 52.58 e con una sensazione di facilità, davanti ad Anna Polinari (Carabinieri, 52.78) e alla campionessa in carica Alice Mangione (Esercito) alla ‘Q’ maiuscola con 53.10. Nell’altra batteria si mette in mostra Giancarla Trevisan (Bracco Atletica), meglio di tutte con 53.00.

Assoluti Molfetta: Ceccarelli e Dosso in finale nei 100 (tra poco) e Fofana e Carraro negli ostacoliultima modifica: 2023-07-29T20:44:30+02:00da atleticanotizie
Reposta per primo quest’articolo