Polemiche nell’atletica spagnola: atleti accusano la Federazione dopo essere stati esclusi dai Mondiali nonostante abbiano un “posto”

F2mHm2UXkAEvKvW-compressed

Da più parti in Europa, si stanno alzano numerose  polemiche riguardo il fatto che alcuni atleti vengano esclusi dai Mondiali di Budapest, malgrado abbiano i punti necessari per partecipare anche senza il cosiddetto minimo.

L’ultimo caso si è sviluppato in  Spagna che  ha già selezionato la squadra di atleti  per i  prossimi Campionati mondiali di atletica leggera a Budapest 2023 . Tra loro non c’è  Pol Retamal, campione spagnolo dei 200 metri , che ha mostrato il suo disappunto dopo la lista del Direttore tecnico della nazionale Pepe Peiró. È la seconda volta consecutiva che viene escluso dal Mondiale.

La polemica è sorta intorno agli atleti spagnoli  con un posto assegnato ai Mondiali grazie ai punti World Ranking della Federazione Internazionale di Atletica Leggera (IAF) che però  sono state tralasciate per non aver raggiunto il minimo stabilito dalla Royal Federation. Atletica (RFEA). Per essere ai Mondiali ci sono questi due modi in cui gli atleti possono ottenere il loro biglietto per Budapest, anche se il CT dà la priorità al minimo rispetto alla classifica dei Mondiali.

Il velocista spagnolo ha rilasciato  un comunicato ufficiale che ha suscitato molto scalpore sui social. Inoltre, Retamal non è l’unico che ha subito questa situazione.

Iñaki Cañal , bronzo nei 400 metri del Campionato Nazionale, è stato un altro dei protagonisti della polemica, dopo non essere stato selezionato individualmente nonostante fosse stato scelto per la 4×400. Il velocista è arrivato a  soli due centesimi del minimo della RFEA. 

Ne hanno risentito anche i due lanciatori di peso spagnoli, Belén Toimil e Carlos Tobalina , che pur non avendo il minimo avevano abbastanza punti per la classifica mondiale per partecipare a Budapest. 

Polemiche nell’atletica spagnola: atleti accusano la Federazione dopo essere stati esclusi dai Mondiali nonostante abbiano un “posto”ultima modifica: 2023-08-03T21:00:47+02:00da atleticanotizie
Reposta per primo quest’articolo