Doping: 6 anni di squalifica per la donna più veloce del Sud Africa 

_medium-compressed

La carriera della velocista femminile più veloce del Sud Africa, Carina Horn, sembra essere finita dopo che è stata squalificata per sei anni a seguito di una seconda violazione delle regole antidoping.

L’Athletics Integrity Unit (AIU) ha confermato che  Horn è risultata positiva  al clenbuterolo, una sostanza proibita, durante una riunione di atletica leggera in Spagna nel giugno 2022.

Entrambi i campioni A e B di Horn sono risultati positivi al clenbuterolo, uno betabloccante noto per migliorare le prestazioni atletiche aumentando il tasso metabolico del corpo.

Questo segna la sua seconda violazione del doping dopo una precedente sospensione nel settembre 2019 per essere risultata positiva per ibutamoren e ligandrol.

CARINA HORN PUÒ TORNARE NEL 2029 A 40 ANNI

Horn ha affermato che i suoi integratori erano contaminati, il che ha portato a una sospensione ridotta di due anni invece di un potenziale divieto di quattro anni.

Horn, che ora ha 34 anni, potrà tornare in azione nel 2029 quando avrà 40 anni, ponendo verosimilmente fine alla sua carriera di velocista d’élite.

 

Doping: 6 anni di squalifica per la donna più veloce del Sud Africa ultima modifica: 2023-08-06T20:17:05+02:00da atleticanotizie
Reposta per primo quest’articolo