Leonardo Fabbri e Zane Weir oggi in pedana a Vicenza

230302_200346fg0565-compressed (1)

 

 

Oggi, Martedì 8 agosto va in scena a Vicenza il  Meeting Brazzale. I lanci saranno il pezzo forte della competizione a cominciare dal getto del peso dove sono annunciati  Leonardo Fabbri (Aeronautica) e Zane Weir (Fiamme Gialle), protagonisti domenica scorsa dei Campionati italiani assoluti  con le misure di 21,80 e 21,69. Con loro  anche il norvegese Marcus Thomsen, fresco di personale a 21,12.

Diretta streaming 

 

Sempre dai lanci, fari puntati su due primatiste italiane, nel martello Sara Fantini (Carabinieri) e nel disco Daisy Osakue (Fiamme Gialle). Il bronzo europeo e quarta al mondo Fantini ritrova la campionessa mondiale U20 Rachele Mori (Fiamme Gialle), la discobola Osakue si confronta invece con Stefania Strumillo (Fiamme Azzurre) ed è iscritta anche la vicentina Diletta Fortuna (Carabinieri).

A proposito di atlete di casa, il pubblico del campo Perraro, che ha visto sbocciare e crescere numerosi talenti, potrà applaudire la triplista Ottavia Cestonaro (Carabinieri), recente vincitrice del doppio titolo italiano nel lungo e nel suo triplo: sulla pedana che conosce meglio, incrocia le armi con la tedesca Maria Purtsa. Da seguire anche il salto con l’asta che propone il duello tricolore fra Roberta Bruni (Carabinieri), 4,60 per prendersi il titolo di Molfetta, ed Elisa Molinarolo (Fiamme Oro). Sempre in chiave Budapest, interessante anche il test del campione italiano dei 1500 Pietro Arese (Fiamme Gialle) negli 800 metri. Giocano in casa Manuel Lando (Aeronautica) nell’alto e Michele Bertoldo (Atl. Vicentina) nei 400hs. Nel cast, che potrà ancora arricchirsi nei prossimi giorni, si segnala pure la presenza annunciata dagli organizzatori delle sorelle-sprinter giamaicane Tina e Tia Clayton, del keniano Mark Odhiambo nei 100, del triplista Benjamin Compaoré nel lungo.

RISULTATI

 

 

 

Leonardo Fabbri e Zane Weir oggi in pedana a Vicenzaultima modifica: 2023-08-08T08:49:26+02:00da atleticanotizie
Reposta per primo quest’articolo