DOPPIETTA DEL BURUNDI ALLA 1O^ EDIZIONE DELLA ROME 21K MUSTANGMATCH-E: VINCONO BUKURU E NAHIMANA

il vincitore Leonce Bukuru-compressed

 

RICEVIAMO E VOLENTIERI PUBBLICHIAMO

 

Oltre 4000 atleti si sono presentati stamani alla partenza della 10^ edizione della Rome 21K-Ford Mustang Mach-E per correre sulle distanze di mezza maratona e 10 km (competitiva e non), sull’inedito e affascinante percorso che ha attraversato la zona più sportiva di Roma, quella del Villaggio Olimpico, del Palazzetto dello Sport e del Foro Italico, per poi transitare per le vie del centro storico. Gli organizzatori del Forhans Team hanno centrato indubbiamente l’obiettivo proponendo una gara che, a giudicare dai commenti positivi e dai sorrisi stampati sui volti di tutti coloro che hanno tagliato il traguardo, ha trovato il gradimento di tutti i podisti che hanno potuto godere anche di una giornata ideale per il running, con un clima frizzante ma baciato da uno splendido sole. A dare il classico ‘colpo di pistola’, puntuale alle 8.30, il presidente della Fidal Lazio Fabio Martelli insieme all’Assessore allo sport del II Municipio Rino Fabiano che ha fattivamente contribuito alla realizzazione di questo evento.

Particolarmente vivace la gara maschile che ha visto il successo di una stella nascente delle corse su strada, il 22enne burundiano Leonce Bukuru, tesserato per la Cosenza k42, che ha completato la prova nel tempo di 1:04:42. Staccato di oltre tre minuti è arrivato il ventinovenne keniano Patrick Mutunga Mwikya che ha preceduto il francese vestito di biancoceleste Michael Nicolas Desplanques della SS Lazio Atletica, il quale a trentanove anni si è concesso il lusso di conquistare il podio con il tempo di 1:08:03.

Al via tra gli altri anche la ‘lengend’ di Sport e Salute Massimiliano Rosolino che  ha chiuso la gara in 1:33.03, stabilendo il suo personal best.

Nella prova femminile ad arrivare con le braccia alzate è stata l’altra atleta burundiana Cavaline Nahimana, portacolori dell’Unicusano Livorno, prima in 1:13:22. Alle sue spalle la keniana dell’Acsi Campidoglio Palatino Nancy Kerubo Kerage che ha tagliato il traguardo in 1:18:46. Sul podio e prima delle italiane, una delle stelle del podismo laziale, il capitano delle Fiamme Gialle tesserata per l’Old Stars Ostia Giulia Montagnin che ha chiuso in 1:22:19.

Non è certo mancato l’agonismo nella 10 K, con oltre 2.000 partenti tra la competitiva e la race fun aperta a tutti, che al maschile ha fatto registrare il successo di Martino De Nardi (Trieste Atletica) in 31:47 il quale ha preceduto Giacomo Forconi (Tornado) e due runners della Lazio Atletica, Marco Bornetti e Alessio Tanfoni.

Fra le donne primo posto per la svedese Hanna Bergström che ha vinto in 37.34. Piazze d’onore per Kalliopi Schistocheili atleta della Romatletica Footworks, e per Biancamaria Boev della SS Lazio Atletica.

Il successo dell’evento è stato confermato dai numeri. Al traguardo della 21km sono giunti 2.126 atleti (1642 uomini e 484 donne) di cui oltre il 30% provenienti dall’estero.

Festosa e colorata la partecipazione di oltre 70 Pink Ambassador di Fondazione Umberto Veronesi che si sono cimentate sulle varie distanze dimostrando, ancora una volta, quanto lo sport può essere importante per il recupero fisico e psicologico di chi ha superato importanti patologie oncologiche.

Numeroso come sempre il gruppo di RomaCammina, guidato da Alessandra Cazzola, che ha portato sulle strade della Rome 21K-Ford Mustang Mach-E, i praticanti del nordic walking, riconoscibili per gli inconfondibili bastoncini che accompagnano la camminata.

LE DICHIARAZIONI-

 

Gianluca Calfapietra (Organizzatore)-“Sono particolarmente orgoglioso per la riuscita dell’edizione 2023, nata tra mille difficoltà. Siamo riusciti ad allestire una gara di altissimo valore tecnico che ha avuto unanimi riscontri positivi da parte dei partecipanti e degli sponsor. Questo è il miglior riscontro per l’intero Forhans Team che ha impegnato tutte le proprie forze affinchè tutto andasse per il meglio”.

 

Leonce Bukuru (Vincitore gara maschile)-“Ringrazio gli organizzatori della gara che mi hanno invitato dandomi così l’opportunità di vincere questa importante mezza maratona che si svolge in uno scenario magnifico. Dopo dieci chilometri mi sono accorto di avere un buon passo e di aver già preso un buon vantaggio sugli inseguitori, così ho mantenuto il mio ritmo senza però spingere più di troppo e sono riuscito a conservare il distacco fino alla fine. SoNo molto felice di aver vinto la gara”.

 

Cavaline Nahimana  (Vincitrice gara femminile)- “Il percorso era molto veloce quindi sono riuscita a tenere il ritmo che avevo in mente per tutto il tracciato e ho vinto con un tempo che mi soddisfa molto. Ringrazio gli organizzatori perché la gara è stata davvero perfetta”.

 

Massimilano Rosolino- “Volevo scendere sotto l’ora e trentacinque minuti e non solo ci sono riuscito, ma ho abbassato il mio personale addirittura di due minuti. Questo è frutto del duro lavoro che sto facendo e anche di un percorso fantastico di questa Rome 21k, tutto piatto e scorrevole, progettato alla perfezione per far divertire noi runner”.

 

Ordine d’arrivo Uomini

 

1)    BUKURU LEONCE (COSENZA K42) 01:04:422 

2)    MWIKYA PATRICK MUTUNGA (ATL. POTENZAPICENA) 01:07:473 

3)    DESPLANQUES MICHAEL NICOLAS (S.S. LAZIO ATLETICA LEGGERA) 01:08:03 

 

Ordine d’arrivo Donne

 

1)        NAHIMANA CAVALINE (ATL.LIBERTAS UNICUSANO) O1:13:22

2)       KERAGE NANCY KERUBO (ACSI CAMPIDOGLIO PALATINO) 01:18:46

3)       GIULIA MONTAGNIN (OLD STARS OSTIA) 01:22:19

 

 

Risultati completi su: www.icron.it/newgo/#/classifica/20232580

 

Foto  Credits: Piccioli

DOPPIETTA DEL BURUNDI ALLA 1O^ EDIZIONE DELLA ROME 21K MUSTANGMATCH-E: VINCONO BUKURU E NAHIMANAultima modifica: 2023-11-20T17:11:19+01:00da atleticanotizie
Reposta per primo quest’articolo