Doping: grande promessa del mezzofondo mondiale cade nella rete

 

F_h755GbUAA_2iV-compressed

 

Zerfe Wondemagegn, 21 anni, è stata provvisoriamente sospesa dall’Atletica Integrity Unit per la presenza di testosterone nel sangue. Un altro colpo importante per l’atletica mondiale e, più nello specifico, per l’atletica africana sempre più macchiata da questa piaga. Soprattutto nella zona della Rift Valley. Abbiamo già commentato di recente le numerosissime squalifiche degli atleti keniani, molti dei quali medagliati internazionali che hanno ottenuto grandi risultati negli ultimi tempi.

Wondemagegn, che era sul punto di vincere una medaglia agli ultimi Mondiali di Budapest (era quarta, a cinque secondi dal podio), sarà sanzionata. Al momento l’AIU non ha specificato quando la sanzione entrerà in vigore né di quanti anni si parla, anche se quattro anni sono stati la punizione standard negli ultimi tempi.

L’etiope ha un record personale nei 1.500 metri di 4:14, 8.43 nei 3.000 metri e 9.04 nei 3.000 siepi, disciplina nella quale è considerata una delle grandi promesse, avendo solo 21 anni e vedendola gli enormi miglioramenti degli ultimi tempi.

Doping: grande promessa del mezzofondo mondiale cade nella reteultima modifica: 2023-11-22T19:28:00+01:00da atleticanotizie
Reposta per primo quest’articolo