Presentata la 39^ Firenze Marathon, 8500 al via per un grande evento internazionale

unnamed-compressed

 

RICEVIAMO E VOLENTIERI PUBBLICHIAMO

 

FIRENZE – Dopo la ripartenza degli ultimi due anni torna il 26 novembre in grande spolvero la Firenze Marathon, una delle maratone con più storia in Italia grazie alle sue 39 edizioni.

Sarà un ritorno con grandi numeri, sono ben 8500 gli atleti iscritti entro la data limite del 17 novembre, dopo che lo scorso anno, in un momento ancora incerto post pandemia, erano stati circa 7500. Il Comitato organizzatore diretto da Giancarlo Romiti e dal Presidente Fabio Burchi, con la consueta stretta sinergia con le Amministrazioni coinvolte e il supporto fattivo del Comune di Firenze, forte dello zoccolo duro degli oltre 2500 volontari, ha lavorato per tornare ad allestire in grande uno degli eventi più amati dalla città, rassegna che dà anche una spinta al tessuto economico cittadino in un momento in cui i flussi turistici tendono a calare, mentre la maratona per contro riporta molte presenze in città.

La 39^ Firenze Marathon è stata presentata presso la Sala Riunioni della Fidal Toscana, presenti Giancarlo RomitiCosimo Guccione Assessore allo Sport del Comune di Firenze, Simone Cardullo Presidente del Coni Regione Toscana, per l’Aeronautica Militare il Maggiore Raffaele Capece, in rappresentanza del Comandante dell’Istituto di Scienze Militari Aeronautiche Gen. B.A. Giovanni Francesco Adamo, per l’Esercito Italiano il Tenente Colonnello Paolo Cespi.

Un appuntamento straordinario per questa domenica, la città di Firenze totalmente coinvolta – ha detto l’Assessore Sport Cosimo Guccione -. Un grande ringraziamento agli organizzatori, ai 2500 volontari e a tutte le associazioni e gli operatori del terzo settore. Tantissimi gli atleti al via, chiedo ai cittadini di portare un attimo di pazienza per qualche disagio ma davvero è una grande festa per tutta la città con grandi campioni al via. L’atletica leggera, la maratona e tante altre discipline sono grandi realtà dove abbiamo investito in maniera molto forte negli ultimi anni. Non ultimo, l’anno prossimo, la partenza del Tour de France che darà rilievo mondiale alla città di Firenze”.

“Un grande ringraziamento a tutti gli organi di stampa che ci aiutano a far conoscere la Firenze Marathon – ha detto Giancarlo Romiti – grazie anche ai 2500 volontari, sottolineo che questa è un’altra forma di coinvolgimento della città perché sono cittadini fiorentini, siamo orgogliosi di loro. I ringraziamenti vanno a tutte le Istituzioni e anche agli sponsor, c’è un impegno e un attaccamento alla Firenze Marathon che sentiamo forte. L’Esercito, l’Aeronautica, la Polizia Municipale, tutte le Forze dell’Ordine in genere sono fondamentali per la buona riuscita di questa maratona. Attendiamo gli 8500 iscritti, 2^ maratona in Italia sulla distanza da 42km, vi saranno atleti importanti davanti che proveranno a vincere, ma per noi sono tutti vincitori dal primo all’ultimo di queste 8mila persone”.

Simone Cardullo Presidente del Coni Regione Toscana“Complimenti per questa 39esima Firenze Marathon, l’importanza del volontariato è qualcosa di speciale come accaduto anche con Corri La Vita. Il Coni è sempre al fianco della maratona di Firenze, complimenti a Diego Petrini e a Fulvio Massini, lavorano sottotraccia ma con un’opera fondamentale per la buona riuscita della gara”.

I TOP RUNNER – Al direttore tecnico e responsabile dei top runner Fulvio Massini la presentazione dei top runner: “Domenica sarà una bella giornata, previsto sole e zero vento, ma temperatura piuttosto fredda. Tranne piccole variazioni il percorso è sempre lo stesso, veloce soprattutto nella prima parte e dove si possono fare grandi tempi. Tantissimi amatori segnano qui il primato personale e questo conferma la scorrevolezza del percorso. Fortissimi gli atleti al via tra i campioni e anche qualche italiano, vedo più probabile il poter battere il primato del percorso nella gara femminile mentre in quello maschile vogliamo comunque provare ad andare sotto le 2 ore 10 minuti

Aria di grande internazionalità tra le prime file, nel corso delle 38 edizioni sono state infatti 21 le bandiere sventolate dal gradino più alto del podio. L’ultima vittoria italiana al maschile è quella di Angelo Carosi nel 2003 mentre quella femminile risale al 2008 e porta il nome di Giovanna Volpato. Diversi gli atleti selezionati da Fulvio Massini, direttore tecnico nonché fondatore della Firenze Marathon, candidati a scrivere il proprio nome nell’albo d’oro e che potrebbero battere il primato del percorso, attualmente nelle gambe del kenyano James Kipkogei Kutto che nel 2006 tagliò il traguardo in 2h08’40”. Questo compito è affidato al bahreinita Abdi Ibrahim Adbo grazie al suo primato personale di 2h08’32” fatto a Roma nel 2018 e che già conosce le strade di Firenze per essere salito sul terzo gradino del podio lo scorso anno. Attenzione massima al marocchino Hicham Boufars alla sua quinta partecipazione e che negli anni ha collezionato anche un secondo posto con il crono di 2h12’16”, suo primato personale.

Portacolori nazionale sarà Said El Otmani (CS Esercito), azzurro agli Europei di Cross a Lisbona e ai mondiali di Doha oltre che ai 10000 m in Coppa Europa che porta in dote il crono di 2h13’23” frutto dell’esperienza di Ampugnano nel 2021. Dal Marocco, ma stabilmente in Italia da diversi anni, Khalid Jbari (Athletic Club 96 Alperia), vincitore della Rimini Marathon 2022 dove ha fatto segnare il suo personal best con 2h19’36” e qui a Firenze settimo lo scorso anno. Dal Kenya Edwin Kipleting secondo alla maratona di Libreville grazie al crono di 2h20’03” e il suo connazionale Hillary Chemweno Biwott con il recente personal best di 2h21’35”.

Al debutto sulla distanza di maratona ma da considerare tra i possibili vincitori il ruandese Noel Hitimana, secondo assoluto alla Jesolo Moonlight Half Marathon 2019 con il crono di 1h02’01”, mentre chiude l’elenco dei favoriti il suo connazionale Felix Uwimana con un personale di 1h11’29” fatto registrare quest’anno.

LE DONNE – Sembrava un’impresa improbabile invece si appresta a vacillare il primato femminile del percorso che appartiene alla olimpica Lonah Chemtai Salpeter, nel 2018 con una prova magistrale lo aveva abbassato di ben quattro minuti rispetto al precedente portandolo a 2h24’17”. Ci proverà la ugandese finalista ai campionati del mondo di cross lungo 2011 e 2013, campionessa del mondo di corsa in montagna 2022 nonché primatista nazionale di maratona Rebecca Cheptegei che lo scorso anno ha corso ad Abu Dhabi in 2h22’47”.
Il gruppo delle inseguitrici vede la tanzaniana campionessa nazionale 10000m del 2021 Failuna Matanga capace di 2h27’55” ad Amburgo nel 2019 inseguita ad un soffio dalla ruandese, che vive e gareggia in Italia da anni, Clementine Mukandanga (GS Orecchiella Garfagnana) già 3^ alla Firenze Marathon 2018 e 2022. Proprio l’anno scorso fece registrare il suo miglior tempo con 2h28’00”. Nel suo palmares, nelle prime 8 agli All-African games 10000 m nel 2015 e ai campionati africani 10000 m nel 2016 oltre che il primato nazionale di maratona. Ben più staccata la keniana Merci Tuitoek con il recente primato di 2h44’34”.

Al debutto Maria Gorette Subano (CUS Pro Patria Milano) che porta in dote la sesta piazza di maratona ai Giochi Commonwealth del 2022 e il titolo di campionessa nazionale 10000 m nel 2021 oltre ad un personale di 1h14’23” fatto registrare alla Sttramilano 2023. A farle compagnia al ‘ballo delle debuttanti’ la keniana Purity Cheromei.

IL PERCORSO – Un grande evento internazionale, attesissimo, maratoneti che arriveranno da tutto il mondo proprio per correre lungo strade dal sapore medievale e rinascimentale, respirare un patrimonio artistico e culturale unico e tra i più ricchi del globo e attraversare parchi verdeggianti o godersi la spettacolarità dell’Arno che da sempre l’attraversa. Firenze è una delle capitali mondiali dell’arte e dell’architettura e per un giorno, per il 39esimo anno, sarà capitale del running mondiale.

Confermato il percorso con partenza e arrivo in piazza Duomo, di fatto una sorta di grande anello dopo i classici 42 chilometri e 195 metri della distanza ufficiale, percorso che includerà anche il passaggio in Piazza Pitti, il passaggio nel Parco delle Cascine polmone verde di Firenze, il passaggio sui lungarni e davanti a tutti i luoghi più suggestivi e artistici della città, il suggestivo del Campo di Marte, zona sportiva della città, con l’attraversamento per circa 300 metri sulla pista dello stadio di atletica Luigi Ridolfi gestito dall’Atletica Firenze Marathon, società ai vertici del movimento nazionale che naturalmente supporta il comitato organizzatore. Confermata anche la logistica del servizio deposito borse, in piazza Santa Maria Novella, vicino a partenza e arrivo.

JOMA R2000 SPECIAL EDITION – La 39^ Firenze Marathon ha nella Joma R2000 la calzatura ufficiale, capace di unire arte e sport insieme con un tocco casual, seguendo le influenze della moda fiorentina. Consigliate per ritmi veloci, sono versatili, leggere, comode e molto reattive, grazie ad una tecnologia che spinge il corridore e offre un eccellente ritorno di energia. Allo stesso tempo, la calzatura è in grado di assorbire gli impatti garantendone l’uso anche nella fase di recupero. Le calzature saranno saranno in vendita a prezzo speciale nell’ampio spazio Joma all’interno del marathon Expo.

LA T-SHIRT – Emozioni così importanti come quelle di una maratona corsa nella culla del Rinascimento, meritano di essere ricordate anche attraverso un capo da indossare, allenamento dopo allenamento. Per la 39^ Firenze Marathon, Joma ha realizzato la t-shirt tecnica dedicata, caratterizzata dal girocollo elastico e dalle maniche raglan per favorire la libertà di movimento. Sul fronte, una grafica che unisce il mito del dio Mercurio, dalle mille caratteristiche, ritratto nella forma alata, per ricordarne la sorprendente velocità, e la cultura della città dove ogni monumento sul percorso è rappresentato con la sua silhouette in corrispondenza del chilometro a cui si trova. Sul retro è raffigurato il giglio, simbolo della città ma anche della Firenze Marathon, integrato dal claim “We Run in Art”, motto che da alcune edizioni contraddistingue questa gara.

Il leit motiv di questi due elementi è il colore viola che identifica la città di Firenze dal Rinascimento a seguito dell’importazione dall’Oriente dell’oricella, un’erba selvatica, dalla cui lavorazione si ottiene il colore viola per la tinteggiatura di stoffe e panni e ancora oggi coltivata negli orti fiorentini.

LA MEDAGLIA – Squadra che vince non si cambia, per questo la realizzazione del premio per le fatiche dei maratoneti, che negli anni avrà il compito di rievocare le emozioni della partecipazione alla Firenze Marathon, è stato affidato alla designer orafa Susanna Alisi. In pendant con la T-shirt, la medaglia raffigura il Mercurio del Giambologna, statua che è possibile ammirare presso il Museo del Bargello e che porta in mano il caduceo, simbolo di pace ma anche della medicina moderna. Per tutti i maratoneti

L’ESERCITO – Da sempre è fondamentale l’apporto dell’Esercito Italiano per la buona riuscita della Firenze Marathon. Presso l’Expo Village è presente uno stand dell’Esercito con un Info Team dedicato a fornire ai visitatori tutte le informazioni sulle opportunità professionali offerte dalla Forza Armata, insieme ad un Info Point con i prodotti a marchio Esercito fra cui la cioccolata militare

GINKY FAMILY RUN – Emozioni per tutti, grazie alla Ginky Family Run 2 km che partirà domenica 26 novembre alle ore 9.00 da Piazza della Repubblica, un’opportunità per trascorrere del sano tempo in famiglia divertendosi e contribuendo a nutrire la cultura dello sport come strumento di benessere psico-fisico e sociale. Al termine dell’evento, saranno premiate le prime 5 scuole elementari (con un premio in denaro finalizzato all’acquisto di materiali didattico-sportivi) e medie che presenteranno alla partenza un minimo di 20 partecipanti. La manifestazione fa parte della Marathon School Cup che unisce la classifica della Ginky Family Run con quella della Mini GuardaFirenze.

MARATHON EXPO – Il Marathon Expo che precede l’evento come nelle passate edizioni sarà aperto il venerdì 24 novembre dalle 10.30 alle 19.30, e il sabato, 25 novembre, dalle 9.30 alle 19.30 ed è unico punto di ritiro del pettorale di gara. Confermata la location all’interno dello spazio del Marathon Wellness in viale Malta (attiguo all’impianto del Mandela Forum) contiguo alla struttura indoor dell’Asics Firenze Marathon Stadium (anche essa utilizzata per ospitare gli stand). I visitatori vi troveranno convegni, iniziative, spazi ospitalità, spazi ristoro, personaggi e novità legati al mondo del running e dello stare in forma, store e quanto altro per quella che di fatto è una grande fiera dello sport, unica a Firenze. Il luogo è molto comodo per la logistica, perché a due passi c’è la fermata della stazione Firenze Campo Marte, mentre a qualche centinaia di metri in linea d’aria c’è l’ampio parcheggio dello stesso Mandela Forum e della Piscina Costoli.

LEVA DI ATLETICA PER LE SCUOLE – Come  da altra tradizione consolidata nel cuore della settimana che precede la maratona si svolgono (mercoledì 22 e giovedì 23 novembre) le gare della leva di atletica che coinvolge le scuole fiorentine, “più forti, più veloci e più resistenti di Firenze”, allo stadio Luigi Ridolfi a cura dell’Atletica Firenze Marathon. Coinvolti quasi 2000 studenti tra elementari, medie e superiori.

MESSA DEL MARATONETA – Tra le tante tradizioni che da anni ormai caratterizzano i giorni di vigilia della Firenze Marathon torna anche la messa del maratoneta e dei podisti. Per il nono anno sarà celebrata alla vigilia della gara, sabato 25 novembre alle 18 nella Basilica di Santa Maria Novella da monsignor Andrea Palmieri che tra l’altro prenderà il via alla maratona il giorno seguente insieme ad altri atleti della delegazione di Atletica Vaticana, la squadra ufficiale del Papa gemellata con la Firenze Marathon per promuovere il valore dello sport e della solidarietà.

MARATONABILI – Partiranno cinque minuti prima dello start ufficiale gli spingitori MaratonAbili, il gruppo colorato di persone con abilità fisiche miste, obiettivo divertimento per tutti ed essere portatori del messaggio che lo sport è inclusione. L’appuntamento con la distanza regina sulle strade di Firenze per i MaratonAbili è una tradizione irrinunciabile. Saranno al via 4 atleti speciali guidati da 12 spingitori.

IL RED POINT ENERVIT E GLI ALTRI RISTORI – Un particolare booster energetico costituirà il ristoro nel decisivo 30esimo chilometro. “Per correre una maratona – ha spiegato Elena Casiraghi, esperta in nutrizione e integrazione dell’Equipe Enervit – ci vogliono gambe e testa. Ma non solo. Anche una strategia d’integrazione che permetta di evitare il precoce esaurirsi delle riserve di energia e ridurre così il rischio di incorrere in crisi energetica col rischio di…sbattere contro al muro dei 33 km. Proprio per questo al 30esimo km della Firenze Marathon ci sarà un “red point” Enervit in cui i partecipanti potranno trovare gli Enervit Sport Gel. Si tratta di miscele a base di carboidrati che nell’immediato possono fornire energia per meglio supportare l’intensità di corsa e ridurre così la fatica muscolare. Anche l’idratazione infine vuole la sua parte, soprattutto in un autunno mai così caldo come quello di questo anno. Dunque, la sola acqua non basta: è fondamentale assumere tutti i principali minerali presenti nel sudore (sodio, cloro, potassio e magnesio). Piccoli sorsi ma con costanza. Per questo in ogni ristoro i corridori potranno trovare Enervit Isotonic Drink, una miscela in polvere diluita in acqua appositamente studiata per favorire un adeguato stato di idratazione. Perché come sappiamo al ridursi del peso corporeo del 2% in termini di fluidi, corrisponde una riduzione della prestazione fino al 10% e ancor più un aumento della fatica muscolare“.
I ristori si avvalgono inoltre di prodotti idrici, alimentari e snack a cura di Conad e di Acqua San Benedetto, frutta a cura di Dole.

RINGRAZIAMENTI – Firenze Marathon è possibile grazie alle Istituzioni: Comune di Firenze, Provincia di Firenze, Regione Toscana, Questura di Firenze, Polizia Municipale, Polizia Penitenziaria, Esercito Italiano, Aeronautica Militare, Vigili del Fuoco, Uffici Tecnici, Coni Regione Toscana, Fidal.

Un ringraziamento va anche a Pharmanutra che offre il servizio massaggi in zona arrivo oltre al quale saranno presenti punti “foot medical care” grazie alla collaborazione con Master AID, azienda leader nelle medicazioni medicali: i corridori troveranno infatti sia al km 30, in zona stadio, che in zona arrivo, la presenza di gazebo dove saranno forniti prodotti per la cura del piede.
Confermati anche i partner Autostrade per L’Italia e In tempo. Presenti ancora una volta i mezzi Prinz a supporto delle Band Musicali lungo il percorso mentre i mezzi Honda, in qualità di official car, accompagneranno da vicini la gara del primo uomo e della prima donna; altri partner sono Sokom, supporto alla logistica delle connessioni web, NuncasDanoneOlio toscano, i negozi Game 7 athletic. Tra i partner anche BartoliniMarazzi Noleggio e Intertravel.
Media partner Lady Radio e RDF come official radio, La Nazione per l’informazione locale, Corriere dello Sport – Stadio e Tuttosport a diffusione nazionale.

L’INIZIATIVA – Un boost di energia ai podisti della Firenze Marathon. È quello che offrirà, in qualità di partner dell’evento, Ditta Artigianale, la prima linea italiana di caffetterie dedicata al consumo consapevole di caffè e microroastery, agli iscritti alla maratona. Ogni partecipante alla gara avrà in omaggio una tazzina di caffè all’interno dei suoi locali dell’azienda fiorentina. Basterà infatti esibire il proprio pettorale per avere un caffè, utile per ricaricare le batterie dopo aver percorso i 42 chilometri e 195 metri della Firenze Marathon. Un modo anche per complimentarsi coi podisti stessi dopo la gara, comunque sia andata, oltre all’occasione e al pretesto per sperimentare l’ospitalità che si respira all’interno dei locali di Ditta Artigianale che a Firenze sono in via de’ Neri 32 r, via dello Sprone 5 r, via dei Carducci 2 r e in Lungarno Soderini 7 r.

MODIFICHE ALLA CIRCOLAZIONE – Il percorso della gara è disegnato in modo che i viali di circonvallazione vangano percorsi nelle prime fasi di corsa e subito liberati. Per domenica in ogni caso il consiglio resta quello di lasciare l’auto a casa, salvo che per i motivi improcrastinabili, e godersi la città a piedi in una giornata di festa magari accorrendo lungo le vie del passaggio della gara per godere del clima di festa, fare il tifo e sostenere i podisti. Per i dettagli delle modifiche alla circolazione stradale, vedi sito Comune di Firenze.

COSI’ NELLA SCORSA EDIZIONE – Erano partiti 6496 podisti, start dato dal Sindaco Dario Nardella, presente anche l’assessore allo sport del Comune di Firenze Cosimo Guccione, il presidente nazionale della Federatletica Stefano Mei ed il presidente della Regione Toscana Eugenio Giani. La gara è stata tecnicamente tra le più interessanti della storia della corsa fiorentina con i primi tre atleti uomini che hanno fatto segnare il 2°, 4° e 17° e le prime tre donne che hanno realizzato il 2°, 4°, 10 crono di sempre a Firenze. A vincere tra gli uomini è stato l’etiope Debele Fikadu Kebede in 2:08’45”, solo 5 secondi più lento del primato del percorso mentre tra le donne è stata l’etiope Tesema Atsede Baysa in 2:25’13”, ben lontana dal primato della Salpeter di 2:24’17”.

Seconda piazza per il keniano Samuel Lomoi, che fino al 40° aveva lottato per un posto nell’albo d’oro, che termina in 2h 09’00”, mentre è sul gradino più basso del podio il bahrenita Abdi Hibrahim Abdo in 2h10’58”, quest’anno a caccia di gloria. Primo tra gli italiani e 7° in 2h 21’32” era stato Khalid Jbari (Athletic Club 96 Alperia), marocchino equiparato italiano, che torna quest’anno.

Per le donne vittoria finale dell’etiope Tesema Atsede Baysa in 2h25’12 seguita dalla keniana Rodah Jepkorir Tanui in 2h 26’21” e terzo posto per la ruandese, da anni stabile in zona Siena, Clementine Mukandanga con 2h 28’00” che potrebbe essere grande protagonista di questa edizione. Prima italiana sul traguardo e 7^ assoluta Denise Tappatà (Stamura Ancona Asd) con 2h 51’00”.

IL PROGRAMMA DI DOMENICA
Ore 8.30 Piazza Duomo, partenza maratona
Ore 8.50, Piazza della Repubblica, partenza Ginky Family Run per i ragazzi e le famiglie
Ore 10.40, arrivo primi concorrenti maratona in Piazza Duomo
Ore 11.15, premiazioni ufficiali podio maschile e femminile in Piazza Duomo
Ore 14.30, fine del tempo massimo per concludere la gara

PROSSIMO APPUNTAMENTO MEDIA – Presentazione top runners dell’evento. Sabato 25 novembre, ore 12, sala riunioni della Palestra Wellness in viale Malta 10.

ISCRIZIONI – Le iscrizioni alla 39^ Firenze Marathon sono chiuse.

Presentata la 39^ Firenze Marathon, 8500 al via per un grande evento internazionaleultima modifica: 2023-11-22T17:12:30+01:00da atleticanotizie
Reposta per primo quest’articolo