Noah Lyles rivela cosa avrebbe fatto se non fosse diventato un velocista

bff47f5e-d85e-4009-aedd-d98fa5a780d3-compressed

 

Il tre volte campione del mondo Noah Lyles ha rivelato che se non avesse intrapreso una carriera nell’atletica, sarebbe diventato un artista.

Durante una partita “Never Have I Ever” con le notizie di Meta Endurance , Lyles ha rivelato di aver realizzato molti tipi diversi di arte e che sarebbe sicuramente da qualche parte a dipingere o cantare se non fosse un atleta.

Volevo diventare un artista prima di essere un atleta… ho fatto molti tipi diversi di arte. In realtà, ho frequentato una scuola d’arte quando ero alle medie. Sarei davvero diventato un artista”, ha detto Lyles.

Nel video pubblicato su Instagram , Adidas ha commentato dicendo: “Fortunatamente per tutti noi, si è rivelato un campione del mondo”.

Nel frattempo, Lyles ha fatto notizia in questa stagione vincendo il doppio oro, nei 100 e nei 200 metri, ai Campionati del mondo di Budapest, in Ungheria. L’americano ha anche portato la staffetta 4×100 alla vittoria nella capitale ungherese.

È arrivato secondo dietro al connazionale Christian Coleman nei 100 metri alla finale del Diamond League Meeting, Prefontaine Classic.

Oltre a mostrare il suo talento in pista, Lyles ha anche sfilato per i migliori marchi tra cui Hugo Boss, ed è riuscito a guadagnare milioni grazie al suo straordinario senso della moda.

 

 

 

 

Noah Lyles rivela cosa avrebbe fatto se non fosse diventato un velocistaultima modifica: 2023-11-27T19:49:54+01:00da atleticanotizie
Reposta per primo quest’articolo