Assoluti Ancona: Zaynab Dosso e Larissa Iapichino le atlete più attese- LA DIRETTA TV E STREAMING

 

pixiz-16-02-2024-11-01-08-compressed

I Campionati Italiani Assoluti indoor di sabato 17 e domenica 18 ad Ancona promettono un grande spettacolo, con una serie di gare aperte e sfide interessanti nel mezzofondo. Tra le atlete più attese ci sono Zaynab Dosso nel sprint e Larissa Iapichino nel salto in lungo.

Zaynab Dosso (Fiamme Azzurre) si è fatta notare nel mondo dello sprint con un tempo di 7.02 a Torun, diventando la settima donna europea di tutti i tempi nei 60 metri indoor. Attualmente è la terza al mondo dell’anno, molto vicina a Julien Alfred (Saint Lucia, 6.99) e a Ewa Swoboda (Polonia, 7.01). Dosso è la favorita per la gara di Ancona, avendo migliorato il suo tempo del 2023 di dodici centesimi e avvicinandosi alla soglia dei sette secondi, un traguardo impensabile fino a poco tempo fa. Altre atlete da seguire sono Anna Bongiorni (Carabinieri) con 7.29, Aurora Berton (Fiamme Gialle) con 7.32 e la junior Alice Pagliarini (Fiamme Gialle) che con 7.36 ha mancato di un solo centesimo il record italiano U20 di Vincenza Calì del 2002 (7.35). Irene Siragusa (Esercito) ha ottenuto lo stesso tempo di 7.36. Nei 400 metri, Ayomide Folorunso (Fiamme Oro) punta a confermare il titolo dello scorso anno. Alice Mangione (Esercito), leader stagionale, sarà assente, quindi Rebecca Borga (Fiamme Gialle) e Alessandra Bonora (Fiamme Gialle) ambiscono a giocarsi il titolo.

Nei salti, Larissa Iapichino (Atl. Firenze Marathon) si è distinta con un salto di 6.91, che ha attirato l’attenzione di tutto il mondo agli Assoluti indoor del 2021.L’azzurra torna da argento europeo in carica del lungo (6,97 a Istanbul nel 2023) e con due vittorie su due nei meeting internazionali di inizio stagione, a Sabadell con 6,62 e martedì scorso a Belgrado con 6,68. L’obiettivo è portarsi su misure che le appartengono, a due settimane dai Mondiali indoor di Glasgow. Attesa al rientro anche Dariya Derkach (Aeronautica) iscritta su lungo e triplo. In questa seconda specialità, qualora decidesse di doppiare, troverebbe una Veronica Zanon (Fiamme Oro) in ripresa, con 13,51, miglior risultato personale degli ultimi quattro anni. Nell’asta è durato undici giorni il record italiano di Elisa Molinarolo (Fiamme Oro, 4,63), rientrato in possesso di Roberta Bruni (Carabinieri) mercoledì sera a Roubaix (4,65): ad Ancona, pur senza il faccia a faccia, Molinarolo proverà a sfilarglielo di nuovo. Stagione di progressi per Maria Roberta Gherca (Aeronautica), da seguire anche Sonia Malavisi (Fiamme Gialle) e la diciannovenne Great Nnachi (Carabinieri) fresca di PB a 4,31. Nel salto in alto, occasione ghiotta per Idea Pieroni (Carabinieri) quest’anno a 1,87 ma è tutta da decifrare la sfida con Aurora Vicini (Cus Parma), Marta Morara (Aeronautica) e Asia Tavernini (Us Quercia Dao Conad).

Nel mezzofondo, Eloisa Coiro (Fiamme Azzurre) guida la lista degli 800 metri con il tempo di 2:02.25 a Liévin. Si prevede una sfida accesa con le altre atlete delle Fiamme Azzurre Gaia Sabbatini ed Elena Bellò. Eleonora Vandi (Atl. Avis Macerata) potrebbe inserirsi nella lotta e tra le giovani promesse da non sottovalutare c’è Gloria Kabangu (Acsi Italia). Nei 1500 metri, il miglior tempo dell’anno è di Giulia Aprile (Esercito) con 4:07.32 a Lussemburgo, che la pone al quarto posto di sempre in Italia al coperto. Si sfiderà con Marta Zenoni (Luiss) che si è distinta a Lione con 4:08.92 e con la stessa Sabbatini. Nei tremila metri, la campionessa in carica Ludovica Cavalli (Aeronautica) è la principale candidata al titolo con il tempo di 8:48.79 a Metz, ma attenzione anche a Federica Del Buono (Carabinieri) che ha corso in 8:57.06 a Lione, e di nuovo a Zenoni e Aprile.

Negli ostacoli, la lotta per il titolo sarà serrata. Veronica Besana (Fiamme Gialle) ha lanciato un chiaro messaggio alle rivali con il tempo di 8.05 a Belgrado, che le vale la migliore prestazione italiana U23. Le campionesse italiane dell’anno scorso, Giada Carmassi (Esercito) e Nicla Mosetti (Nissolino Sport), hanno dimostrato di essere in forma quest’inverno, con tempi rispettivamente di 8.07 e 8.08. Il PalaCasali segna il ritorno di Elisa Di Lazzaro (Carabinieri) e potrebbe favorire ulteriormente la crescita di Alice Muraro (Aeronautica).

Nel peso la diciannovenne Anna Musci (Alteratletica Locorotondo) parte con le chance migliori: potrebbe ripetersi il duello dei Tricolori U23 con Sara Verteramo (Battaglio Cus Torino) ed è in agguato anche Martina Carnevale (Studentesca Milardi Rieti). 

Nella marcia probabile testa a testa azzurro tra Valentina Trapletti (Esercito) e la tricolore in carica Alexandrina Mihai (Fiamme Oro) nei 3000 di marcia su pista. Ci provano anche Federica Curiazzi (Atl. Bergamo 1959 Oriocenter) e Sara Vitiello (Fiamme Oro), ha rinunciato invece la campionessa olimpica della 20 km Antonella Palmisano (Fiamme Gialle). 

Nelle Prove Multipli accade tutto di sabato con le cinque prove in successione. La primatista italiana del pentathlon Sveva Gerevini (Carabinieri) farà soltanto il salto in lungo, non le multiple: la corsa tricolore nel pentathlon è aperta soprattutto a Marta Giovannini (Atl. Cascina), Sara Chiaratti (Libertas Unicusano Livorno), Rebecca Gennari (N. Atl. Varese).

TV E STREAMING – In tv su RaiSport sabato 17 febbraio dalle 15 alle 16.30 e domenica 18 febbraio dalle 15 alle 16.55. Negli stessi orari la trasmissione sarà visibile anche in streaming su RaiPlay. Tutte le gare non coperte dalla diretta Rai andranno in onda, in streaming, su www.atletica.tv a partire dalle 9 di sabato e dalle 9.15 di domenica.

 

Assoluti Ancona: Zaynab Dosso e Larissa Iapichino le atlete più attese- LA DIRETTA TV E STREAMINGultima modifica: 2024-02-16T11:02:21+01:00da atleticanotizie
Reposta per primo quest’articolo