Chituru Ali sfiora il muro dei 10 secondi con troppo vento

ali-chituru-1311965-compressed

 

In un soffio, il muro dei dieci secondi sembra cedere, ma il vento è troppo a favore. Chituru Ali fa il suo debutto stagionale nei 100 metri con un eccellente tempo di 10.01 (+2.2) a Nairobi, nella tappa Gold del Continental Tour, nonostante la pioggia che inizia a cadere poco prima della partenza. Solo una brezza leggermente superiore al consentito nega la gioia del record personale al 25enne delle Fiamme Gialle, che tuttavia tiene testa a rivali di alto livello e si piazza al quarto posto. Un risultato, in parte favorito anche dai 1800 metri di altitudine dello stadio Kasarani, che lo proietta verso i prossimi Europei di Roma a due anni dalla finale continentale raggiunta con 10.12 a Monaco.

Elena Vallortigara inizia la sua stagione con un terzo posto nel salto in alto. La vicentina, medaglia di bronzo ai Mondiali di Eugene del 2022, ricomincia dalla misura di 1,86 superata al primo tentativo dopo un percorso netto anche alle precedenti quote (1,70-1,74-1,78-1,82) per poi sbagliare tre volte a 1,90. È l’esordio quest’anno per la portacolori dei Carabinieri, che dallo scorso autunno è seguita a Formia dalla primatista italiana Antonietta Di Martino. La vittoria va alla ceca Mihaela Hruba e il secondo posto alla svedese Maja Nilsson, entrambe con 1,90.

Fausto Desalu (Fiamme Gialle) nei 200 metri, chiude quinto in 20.72 con vento contrario di -1.5, ma davanti è un duello a tutta velocità tra Courtney Lindsey, campione Ncaa nella scorsa stagione, che sfreccia in 19.71 e il botswano Letsile Tebogo, due volte sul podio mondiale a Budapest (argento nei 100 e bronzo nei 200), secondo con lo stesso tempo. L’azzurro oro olimpico della 4×100, che quest’anno ha corso in 20.40 a metà febbraio in Sudafrica, dopo un avvio non rapidissimo disegna una buona curva ed è in lotta per il terzo posto ma viene sorpassato nel finale dallo svizzero William Reais (20.54) e dal camerunense Claude Emmanuel Itoungue (20.71).

Infine, nel lancio del martello, il campione mondiale, il canadese Ethan Katzberg, fa un debutto sensazionale con 84,38, diventando il nono di sempre nella specialità. Da sedici anni non si vedeva un lancio così lungo, ma fa scalpore anche la serie con cinque lanci sopra il personale di 81,25 del sorprendente oro di Budapest: 81,79-82,06-N-81,50-84,38-83,26. Nei 800 metri, l’iridata keniana Mary Moraa viaggia subito forte con 1:57.96, al maschile notevole anche il crono di 1:43.57 per Emmanuel Wanyonyi rallentando nel finale e nei 400 vola il botswano Bayapo Ndori in 44.10.

 

Chituru Ali sfiora il muro dei 10 secondi con troppo ventoultima modifica: 2024-04-20T19:07:50+02:00da atleticanotizie
Reposta per primo quest’articolo