Muore a 49 anni ex marciatore e tecnico della Self Montanari e Gruzza

Screenshot 2024-04-24 105622

 

Il mondo dell’atletica è in lutto dopo la morte del 49enne Fabio Vaccari,  avvenuta a causa di una rapida ma implacabile malattia. Lavorava come tecnico informatico, ma la sua passione era l’atletica, in particolare la marcia, che ha condiviso con la società reggiana Self Montanari e Gruzza sia come atleta che come allenatore.

Carlo Uberto, tecnico della società, lo ricorda con commozione: “La sua storia con noi è iniziata circa dieci anni fa con un’email, in cui ci raccontava del suo amore per la camminata mattutina. Lo abbiamo invitato al campo e da lì ha iniziato a marciare, partecipando anche ai campionati italiani master. Poi ha deciso di insegnare, ha seguito un corso e ha persino creato un software per gli allenamenti. Tre anni fa è diventato il nostro responsabile per la marcia. Ora, perdiamo un uomo buono e un caro amico”.

Alberto Montanari, presidente della Self, condivide lo stesso sentimento: “Caro Fabio, il tuo sostegno per la Self è stato entusiasmante e coinvolgente. Non dimenticheremo mai la tua passione e la tua dedizione altruistica. Sappiamo che continuerai a tifare per l’atletica e noi continueremo a seguire l’esempio e le idee che anche tu hai condiviso e sostenuto. Grazie di tutto!”

Sara Vezzani, il tecnico che gli aveva affidato il settore marcia della società, lo saluta con immensa tristezza: “E’ con profondo dolore che Self Atletica saluta l’amico e allenatore Fabio Vaccari. Ci ha lasciati dopo una breve malattia contro cui ha lottato fino all’ultimo, proprio come faceva quando marciava. Per noi prima un atleta, poi un prezioso collaboratore e infine un bravo allenatore: perdiamo una persona speciale, ma il tuo ricordo rimarrà con noi per sempre. Ciao Fabio!”

Fabio Vaccari lascia la moglie Mara, il figlio Mattia, la mamma Milena e il papà Paolo. I funerali si terranno oggi, partendo alle 14.30 dalle camere ardenti dell’Arcispedale Santa Maria Nuova per la Chiesa parrocchiale di San Prospero Strinati, e poi al cimitero di Coviolo. La società sportiva Self ha organizzato una raccolta fondi da destinare alla famiglia.

 

Muore a 49 anni ex marciatore e tecnico della Self Montanari e Gruzzaultima modifica: 2024-04-24T10:57:45+02:00da atleticanotizie
Reposta per primo quest’articolo