Marcell Jacobs punta a scendere sotto i 10 secondi al ritorno a Roma

JacobsSprintFest-compressed

 

Marcell Jacobs è fiducioso di poter scendere sotto i 10 secondi mentre torna in Italia, a Roma,  per la sua prima gara europea dei 100 metri in vista della difesa del titolo olimpico a Parigi quest’estate.

L’azzurro, che ha sbalordito il mondo dell’atletica tre anni fa con due ori ai Giochi di Tokyo ritardati dal Covid, gareggerà sabato allo “Sprint Festival” di Roma, iniziando una serie di gare prima dei Giochi che inizieranno il 26 luglio.

“Se tutto va per il meglio possibile allora sì, posso, visto come ho corso nelle mie ultime sessioni di allenamento. Ma devi farlo in pista”, ha detto Jacobs ai giornalisti quando gli è stato chiesto se poteva correre sotto i 10 secondi in questo fine settimana.

L’incontro di sabato è uno dei tanti a cui Jacobs prenderà parte prima delle Olimpiadi dopo essere arrivato in Europa dalla sua base in Florida.

Supponendo che non abbia più problemi di infortunio, Jacobs gareggerà a Ostrava il 28 maggio e agli eventi della Oslo Diamond League due giorni dopo, prima di difendere il suo titolo europeo dei 100 metri nella capitale italiana il mese prossimo.

Jacobs difenderà poi le sue corone olimpiche nei 100 metri e nella staffetta 4×100 metri a Parigi, dove afferma di credere di poter riconquistare l’oro.

“Vado in pista per correre più veloce degli altri e vincere tutto quello che posso, non lo nasconderò,” ha detto Jacobs.

“Ma non ho un tempo in mente, voglio solo fare del mio meglio, arrivare in finale che è ciò che conta davvero perché una volta che sei lì sai che tutto può succedere”.

Jacobs, che è anche campione del mondo dei 60 metri, ha lottato con una serie di problemi muscolari e ha fallito ai mondiali dello scorso anno a Budapest, dove è stato eliminato in semifinale.

È felice della sua decisione radicale di trasferirsi dall’Italia negli Stati Uniti per collaborare con l’allenatore Rana Reider, il cui gruppo di allenamento in Florida comprende anche l’americano Trayvon Bromell, il campione olimpico dei 200 metri Andre De Grasse e il velocista giapponese Abdul Hakim Sani Brown.

Jacobs è arrivato secondo sui 100 metri davanti a Bromell, due volte medaglia di bronzo mondiale, in una corsa di apertura nella sua città natale di Jacksonville il mese scorso.

“Questi ultimi mesi lontano da tutto mi hanno permesso di tornare in contatto con me stesso, con quello che voglio veramente dalla vita e dalla pista,” ha aggiunto Jacobs.

“Ricordo che quando ero ragazzino e andavo in pista, era un mondo perfetto in cui ero felice… ero arrivato al punto in cui non era più così.

“In questo momento posso dire che sono felice, in pace, spensierato e che sto facendo quello che amo di più. Mi sto divertendo.”

 

Marcell Jacobs punta a scendere sotto i 10 secondi al ritorno a Romaultima modifica: 2024-05-17T20:09:53+02:00da atleticanotizie
Reposta per primo quest’articolo