MA CHE BRAVI I FRATELLI GHEDINA – di Giuseppe Baguzzi

Screenshot-2024-02-16-210805-compressed-compressed

 

Avevamo scritto qualche tempo fa sulla “curiosità” che due fratelli milanesi dell’Atletica Meneghina fossero entrambi attirati dalla corsa ad ostacoli e che fossero entrambi nelle posizioni di vertice della graduatoria nazionale nelle rispettive categorie.         

Forse il fatto che il maggiore, Vittorio Ghedina, classe 2004 quindi al primo anno da promessa, abbia amato da subito gli ostacoli alti ha fatto sì che il fratellino Alberico, classe 2007 quindi allievo, cercasse di imitarne le gesta o addirittura di fare meglio di lui in una gara a distanza che rimarrà sempre tale.

Fatto si è che Vittorio, ai recenti campionati assoluti di La Spezia il 29 giugno, ha sfiorato con 14”16 sui 110hs in batteria il pb di 14”13 stabilito a Lucca il 19 maggio, qualificandosi per la finale vinta da Simonelli nella quale si è classificato all’ottavo posto.

Alberico non ha voluto essere da meno: ai tricolori allievi di Molfetta del 7 luglio (quindi con gli ostacoli da 91 cm) si è qualificato agevolmente per la finale vincendo la proprio batteria in 13”93 poi, pur avendo il terzo tempo stagionale alle spalle di Escalona e Manzi (meglio accreditati), ha approfittato di alcuni errori del favoritissimo Escalona, infilandolo negli ultimi due ostacoli e conquistando la maglia tricolore, stabilendo anche il suo pb con il tempo di 13”71.

 

MA CHE BRAVI I FRATELLI GHEDINA – di Giuseppe Baguzziultima modifica: 2024-07-10T20:37:33+02:00da atleticanotizie
Reposta per primo quest’articolo

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *