La Firenze Marathon torna domenica 27 novembre

3acb39b4a71b8b6bd5f45dfa35fabf6d_400x400

 

Domenica 27 novembre si corre la Firenze Marathon  numero 38 che vanta la presenza di 7500 atleti, in confronto ai circa 4500 della passata stagione, in un momento ancora incerto per la pandemia. Tra le curiosità c’è l’incremento della partecipazione straniera alla maratona (il 33 per cento degli iscritti) e quella delle donne (il 26%). Confermato il percorso con partenza e arrivo in piazza Duomo, una sorta di grande anello dopo i classici 42,195 chilometri che includerà il passaggio in Piazza Pitti e nel Parco delle Cascine, polmone verde di Firenze, ma anche sui lungarni e davanti ai luoghi più suggestivi e artistici della città, oltre che alla zona sportiva di Campo di Marte, con l’attraversamento per circa 300 metri sulla pista dello stadio di atletica Luigi Ridolfi gestito dall’Atletica Firenze Marathon che supporta il comitato organizzatore. La logistica del servizio deposito borse sarà ancora in piazza Santa Maria Novella, vicino a partenza e arrivo.

Al maschile il record del percorso da battere è quello del keniano James Kutto che detiene il primato dal 2006 con 2h08:41. Sulla carta, ben cinque dei top runner in gara hanno la possibilità di avvicinarlo visto che hanno un personale sotto le 2h10. L’etiope Dejene Gonfa Debela vanta un primato di 2h05:46 quando arrivò secondo alla maratona di Chicago nel 2019. Poi il keniano Robert Kwemoi Chemosin (2h08:05 datato 2015) e l’etiope Fikadu Debele Kebede (2h08:27 nel 2019). Pettorale numero uno invece per Abdi Ibrahim Abdo (Bahrain), secondo alla Maratona di Roma del 2018 quando tagliò il traguardo in 2h08:32. Torna il keniano Samuel Lomoi che si è piazzato al secondo posto in 2h09:54 alla Firenze Marathon dello scorso anno: superfluo dire che punta alla vittoria finale, forte anche dell’esperienza del percorso, mentre nel 2019 ha vinto la Padova Marathon. Occhio anche al connazionale David Kipkorir Rono con 2h11:58 di personale. Il migliore italiano in lista di partenza è Andrea Soffientini (Dinamo Sport) con un primato di 2h22:29 realizzato proprio alla Firenze Marathon un anno fa, ottavo al traguardo. Per la gara delle donne, fari sulla stella etiope Tesema Atsede Bayisa, tre volte vincitrice di una Major Marathon (Chicago 2010 e 2012, Boston 2016). Nelle sue gambe il primato di 2h22:03 ottenuto a Chicago 2012. A contenderle la vittoria la keniana Rodah Tanui Jepkorkir, capace del successo alla maratona di Buenos Aires 2019 con 2h25:46. Una manciata di secondi la separa dalle etiopi Dubiso Mesera Hussen, personal best di 2h26:28, e Fetale Tsegaye Dejene che ha vinto quest’anno a Saragozza in 2h26:40. Ancora Etiopia con Genet Habela Abdurkadir (2h29:22), Medhin Gebreslassie (2h30:12). Sarà invece al debutto la keniana Irene Birgen. In gara anche la ruandese Clementine Mukandanga (Gs Orecchiella Garfagnana) vincitrice alla Maratona di Reggio Emilia nella scorsa stagione con il suo primato di 2h30:16, oltre che sul podio alla maratona di Firenze nel 2018 in 2h30:59. Torna l’ucraina Tetyana Gamera (Atl. Sandro Calvesi, 2h28:14), mentre per l’Italia la migliore in gara è Denise Tappatà (Sef Stamura Ancona), personale di 2h45:45.

La Firenze Marathon torna domenica 27 novembreultima modifica: 2022-11-23T20:48:29+01:00da atleticanotizie
Reposta per primo quest’articolo

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *